APeC                              Associazione Pediatria di Comunità

ISTRUZIONI PER INVIARE una copia delLA LETTERA sul vaccino antipapillomavirus umano

 

punto elenco

seleziona il TESTO della lettera qui sotto

 

 

Onorevole Ministro Turco,

Onorevole Ministro Padoa Schioppa,

Assessore Bissoni,

 

la vaccinazione tetravalente contro il papillomavirus umano (HPV), virus a trasmissione sessuale associato allo sviluppo del carcinoma della cervice uterina, sarà fornita gratuitamente a tutte le dodicenni a partire dal 2008.

Considerato che:

-        non è ancora noto quanto persista nel tempo la protezione conferita dal vaccino, per cui teoricamente si rischia di non avere una protezione efficace quando le ragazze entreranno in contatto con l’HPV;

-        non è ancora noto se l’introduzione del vaccino possa determinare una “pressione selettiva” su altri tipi di HPV (ne esistono oltre 100) tale che si arrivi al “rimpiazzo” di quelli contenuti nel vaccino, cioè altri tipi virali non coperti dal vaccino potrebbero diventare importanti nello sviluppo del carcinoma della cervice uterina;

-        non è ancora noto il profilo di sicurezza del vaccino sul lungo periodo e per quanto riguarda eventi avversi rari;

-        esiste già un intervento efficace di prevenzione (screening mediante Pap-test) che in ogni caso non potrà essere sospeso poiché il vaccino, nel migliore dei casi, potrà prevenire 7-8 tumori su 10.

Temo che questo vaccino, costoso, di non ancora provata efficacia, immesso sul mercato con una velocità senza precedenti, possa:

-        distogliere risorse preziose destinate alla sanità pubblica, in particolare ai servizi di prevenzione, compresi quelli dell’area oncologica, e mettere in crisi i servizi vaccinali;

-        costituire un pericoloso precedente, per cui ad ogni nuovo farmaco, vaccino, dispositivo prodotto dalla industrie farmaceutiche, la fase III di sperimentazione (quella che dovrebbe dimostrare l’efficacia reale e la non nocività del nuovo intervento su una ampia popolazione in studi controllati) venga affidata al servizio sanitario e non sia più a carico delle industrie farmaceutiche stesse o del settore pubblico della ricerca;

-        generare un senso di falsa sicurezza alle donne, causando una riduzione dell’adesione all’intervento di screening con il Pap-test (intervento che è invece di provata efficacia in termini di riduzione dei casi e delle morti legate al tumore della cervice uterina).

Considerato quanto esposto, aderendo all’iniziativa dell’ApeC (Associazione Pediatria di Comunità), Vi chiedo di ripensare ed eventualmente modificare, ritardandola di un anno, l’introduzione della vaccinazione contro l’HPV. Questo permetterà di condividere con gli altri paesi Europei le valutazioni in merito all’opportunità e alle modalità migliori per una eventuale utilizzo del vaccino, magari in fase sperimentale.

Se invece la decisione dovesse essere considerata ormai improrogabile, Vi chiedo allora di garantire un sistema efficace per monitorare l’impatto della vaccinazione su:

-        la salute delle donne vaccinate e non vaccinate;

-        l’efficacia e l’organizzazione dei servizi preventivi;

-        le reazioni avverse (sicurezza post-marketing);

-        la distribuzione delle risorse all’interno dei servizi di prevenzione.

Vi chiedo inoltre di garantire una informazione trasparente ed indipendente, che non tralasci i vuoti conoscitivi, rivolta al pubblico e ai professionisti della salute e di porre in essere le opportune iniziative volte a facilitare una adeguata azione di informazione (counselling) da parte dei professionisti su questo intervento che, per sue caratteristiche peculiari, è sicuramente un intervento “sensibile”.

Grazie per l’attenzione                                                          

 

Data,                       NomeCognome                                                   Qualifica                                Città

 

     
punto elenco

posizionati sull'area selezionata

 

punto elenco

clicca sul tasto DESTRO del MOUSE e, dal menù a tendina che si aprirà,  SCEGLI il comando COPIA

 

punto elenco

a questo punto, se CLICCHI SULL'ICONA APRI qui sotto, SI APRIRA' UNA E-MAIL dove sono già riportati GLI INDIRIZZI DEI DESTINATARI;

 

punto elenco

      Posizionati sullo spazio per il testo, clicca sul tasto DESTRO del MOUSE e scegli INCOLLA dal menù.

 

punto elenco

    COMPLETA la lettera con i tuoi dati e invia.

                                                                                                       APRI 

 

Se hai difficoltà ad inviare la lettera inquesto modo, puoi copiarla, copiare i seguenti indirizzi:

turco_l@posta.senato.it; adele.nardi@tesoro.it; sanita@regione.emilia-romagna.it; apec@associazionepediatriacomunita.it

ed inviare attraverso la tua casella di posta.